monti del Matese dal lago Matese

monti del Matese dal lago Matese
monti del Matese dal lago Matese

mercoledì 7 dicembre 2016

passeggiata in natura alla torre dello Ziro - Amalfi 11 dicembre 2016

DOMENICA 11 DICEMBRE 2016



Partenza: Caserta – via Appia bivio entrata casello autostradale Caserta nord (avanti Poltrone sofà e Giannetti mobili) ore 8 e 30 puntuali – spostamento con auto proprie con uscita autostradale Angri Sud (per chi viene da Napoli ci si può vedere lì oppure al valico di Chiunzi)

Partenza escursione: Pontone, piazza principale (frazione di Scala) ore 10 e 30 circa o poco oltre
Arrivo: Amalfi
Lunghezza percorso: 6 km circa
Dislivello in salita: 150 mt
Tempi di cammino: 2 e 30 ore (escluse soste)
Difficolta’: escursione di media difficoltà

Bellissima e panoramicissima escursione alla torre della Ziro posta su un belvedere che si affaccia sui borghi di Amalfi ed Atrani ed il mar Tirreno della costiera Amalfitana. Si parte dal piccolo abitato di Pontone per risalire lungo delle scale una cresta da cui velocemente si scende alla torre! Ripercorso a ritroso il percorso si scende lungo un’antica mulattiera ad Atrani, dove visiteremo i vicoli caratteristici e faremo sosta sulla spiaggia, e poi ad Amalfi, dove passeremo un po’ di tempo libero, il pulman per Ravello poi ci riporterà al bivio di Pontone da cui in 5 minuti di cammino torneremo alle auto, questi gli orari di partenza da Amalfi: 17 – 17 e 30 – 18.

Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentiero, pranzo al sacco, acqua, giubbino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Attrezzarsi anche con abbigliamento da pioggia. Tante foto ricordo per tutti. Ricordo inoltre che a Pontone ci sarà da pagare il grattino parcheggio per metà giornata (1 euro l'ora)

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita

COORDINATORI DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com

qui le foto dall’ultima escursione svolta sullo stesso percorso

https://www.facebook.com/pg/trekkingcaserta/photos/?tab=album&album_id=1120999411245370

martedì 29 novembre 2016

Passeggiata in natura Madonna dei Lattani (CE) 4 dicembre 2016

DOMENICA 4 DICEMBRE 2016



Incontro e partenza in auto: Caserta – semaforo sulla nazionale al bivio entrata casello autostradale Caserta nord (avanti Giannetti ed ex albergo) ore 9 puntuali – spostamento con auto proprie (possibilità di secondo incontro presso uscita casello autostradale di Caianello ore 9 e 45)

Partenza escursione: Orchi, frazione di Conca della Campania (CE) ore 10 e 30
Punto più alto: monte Lattani 810 mt
Lunghezza percorso: 9 km circa (andata e ritorno)
Dislivello in salita: 300 mt
Tempi di cammino: 3,30 ore (escluse soste)
Difficolta’: escursione di media difficoltà

Passeggiata tra i castagneti del parco regionale di Roccamonfina, partenza dal piccolo borgo di Orchi, dopo breve visita del paesino ci incammineremo lungo una sterrata in costante salita per raggiungere la sommità del cratere dell’ex vulcano, qui magnifico panorama sul Matese ed il monte Maggiore, quindi veloce discesa al suo interno tra bei e rilassanti boschi di castagni. Attraversata la strada provinciale inizieremo ora la salita verso il santuario Madonna dei Lattani lungo l’antica via crucis, raggiunto il luogo sacro avremo un po di tempo per visitarlo dopodichè ultimo piccolo tragitto per raggiungere la sommità del monte Lattani per consumare la nostra colazione a sacco allietati da un tiepido sole invernale. Ritorno lungo lo stesso percorso.

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentiero, pranzo al sacco, acqua, giubbino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Tante foto ricordo per tutti.

Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita

COORDINATORE DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com

Al seguente link qualche foto dal percorso che svolgeremo:
https://www.facebook.com/pg/trekkingcaserta/photos/?tab=album&album_id=1427270607284914

sabato 26 novembre 2016

poesie d'autunno


autunno, foglie d'acero, un tramonto che ne rafforza ed esalta la loro colorazione, l'opera d'arte che si compone e si scompone, il vento che ne modellerà presto la nuova forma, la loro effimera presenza, la terra che reclama di presto abbracciarle, di tessere quel tappeto dorato stagionale da aspetto reale, da passerella per un Re, cioè per un uomo coraggioso ed attento, per una persona che sa quantificare e riconoscere un avvenimento sublime ... come questo ...

per boschi del monte Maggiore - Rocchetta e CroceMonti Trebulani, 1 novembre 2016

mercoledì 23 novembre 2016

Passeggiata sul sentiero del mirto Casertavecchia 27 novembre 2016

DOMENICA 27 NOVEMBRE 2016



Incontro e partenza in auto: Caserta – parcheggio principale cimitero – piazza della Rimembranza in via Cappuccini ore 9 puntuali – spostamento con auto proprie

Partenza escursione: rotonda di Casolla 150 mt
Punto più alto: montagne Baccalà 540 mt
Lunghezza percorso: 9 km circa (andata e ritorno)
Dislivello in salita: 400 mt
Tempi di cammino: 4 ore (escluse soste)
Difficolta’: escursione di media difficoltà

Passeggiata di conoscenza delle vie antiche di collegamento che dal borgo medievale di Casertavecchia spinsero a colonizzare poco per volta le zone limitrofe fino alla nascita dell’attuale Caserta. Percorreremo a ritroso tale viaggio del tempo partendo a piedi dalla rotonda di Casolla, transiteremo per il borgo storico della frazione pedemontana quindi passando per le antiche chiese da San Rufo e San Pietro ad Montes imboccheremo l’antica mulattiera di collegamento con Casertavecchia. In costante salita baipassando l’orrenda cava per spogli pendii raggiungiamo l’abitato di Casertavecchia, dove doneremo le foto degli abitanti locali e faremo sosta bar. Prosecuzione lungo il sentiero per montagne Baccalà, una delle cime più alte dei colli Tifatini, dove raggiunta la cima sosteremo per il pranzo a sacco ammirando il grandioso panorama su Casertavecchia, Ischia, Capri, monti del Matese, monti Trebulani. Prosecuzione lungo il sentiero di cresta all’interno della bella pineta e sosta presso casotto Leonetti, antica e purtroppo degradata masseria Borbonica, per la raccolta del mirto. Discesa poi lunga la pineta del Mezzano con piccola sosta sul tracciato dell’acquedotto carolino. Ritorno alle auto transitando nel borgo di Mezzano.

Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentiero, pranzo al sacco, acqua, giubbino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Tante foto ricordo per tutti.

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita

COORDINATORE DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com

al seguente link qualche foto dall'ultima escursione svolta su questo fantastico percorso:

https://www.facebook.com/pg/trekkingcaserta/photos/?tab=album&album_id=1189535767725067

martedì 15 novembre 2016

Passeggiata natura tra vigneti di Castel di Sasso 20 novembre 2016

DOMENICA 20 NOVEMBRE 2016



Incontro e partenza in auto: piazza della Seta – San Leucio di Caserta ore 9 puntuali – spostamento con auto proprie

Secondo incontro: borgo Cisterna (Castel di Sasso) ore 9 e 45
Lunghezza percorso: 10 km circa
Dislivello in salita: 400 mt
Tempi di cammino: 3 ore (escluse soste)
Difficolta’: escursione di media-alta difficoltà, presenza lungo il percorso di fango (indossare scarpe adatte)

Passeggiata tra i vigneti autunnali con mille sfumature dal rosso all’arancione, al giallo. Partenza dal borgo di Cisterna lungo l’antica mulattiera per Prea, tra poderose querce raggiugiamo un bivio, qui andiamo a destra iniziando ora a scendere nel vallone sul cui fondo troviamo un torrente da dover attraversare grazie all’aiuto di vari sassi, risaliamo quindi all’abitato di Arbusti e da qui ora lungo strada asfaltata passiamo sotto la bella cascata attiva solo dopo forti piogge quindi passeremo per il borgo di Buonomini, altri 100 metri di strada e ci tufferemo a sinistra per prati per intercettare una sterrata che passando vicino una antica masseria che potremo visitare ci porterà sul versante opposto. Ultimo tratto ora per la mulattiera utilizzata un tempo per portare tramite muli i vari prodotti da vendere al mercato a Caiazzo, visiteremo il bel ponte in pietra sul torrente Pisciariello quindi tramite un ultimo sforzo raggiungeremo il punto più alto dell’itinerario, il borgo Sasso dove consumeremo la colazione a sacco con bellissima visuale panoramica. Ritorno per altro itinerario più breve e diretto quasi tutto in discesa fino nuovamente al borgo di Cisterna.


Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentiero, pranzo al sacco, acqua, giubbino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Tante foto ricordo per tutti.

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita


COORDINATORI DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com

mercoledì 19 ottobre 2016

Escursione in natura nel parco regionale Roccamonfina 23 ottobre2016

DOMENICA 23 OTTOBRE 2016 a cura della Cooperativa Sociale "La Vela"


Partenza: Caserta – semaforo nazionale Appia al bivio per autostrada Caserta nord (avanti ex Poltrone sofà ed ex albergo) ore 8 e 30 si raccomanda la puntualità – spostamento con auto proprie 

Possibilità di aggregamento all’uscita del casello autostradale di Caianello ore 9 e 15

Lunghezza percorso: 12 km circa (andata e ritorno)
Dislivello complessivo in salita: 300 metri
Tempi di cammino: 4 ore (escluse soste)
Difficoltà: escursione di media difficoltà (percorso un po lunghetto)

Passeggiata a piedi in ambiente montano nel parco regionale di Roccamonfina. Partenza da località taverna sant’Antonio, fin da subito immersione nei straordinari castagneti già vestiti di gialli percorrendo il sentiero di cresta della caldera esterna dell’ex vulcano di Roccamonfina. Dopo un primo tratto di salita proseguiamo in falsopiano su una sterrata con straordinaria visuale sul cono principale del monte Santa Croce, quindi successivo tratto in costante ascesa su strada asfaltata ed ultimo tratto nuovamente su sentiero per raggiungere il punto panoramico, dove mangeremo la colazione a sacco, posto sotto il monte Frascara (926 metri) e l’orto della Regina, antichi muraglioni sanniti, che visiteremo durante la sosta. Dopo un lauto riposo scenderemo ora lungo la sterrata esterna all’ex vulcano, sempre immersi nella fitto castagneto supereremo una zona di taglio boschivo dopo un piccolo tratto ripido da affrontare con estrema cautela, una sterrata in falsopiano, quindi eccoci in veloce discesa fino al borgo antico di Sipicciano dove faremo sosta caffè e recupero auto con ponte auto. Poi chi vuol proseguire la serata può dirigersi alla sagra della castagna che si svolge a Roccamonfina centro https://www.facebook.com/events/315858148774592/

Qui qualche info del luogo che raggiungeremo:
https://sites.google.com/site/casertaitinerari/orto-della-regina

Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentieri o sterrate, pranzo a sacco, acqua, giubbino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Attrezzarsi anche con abbigliamento da pioggia. Tante foto ricordo per tutti. Portare un sacchetto per raccogliere gli isolati rifiuti che incontreremo lungo il percorso

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita, regolamento completo su www.cooperativalavela.com

COORDINATORI DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com
FRANCESCO AUTIERO TEL. 3331850946 - fra.autiero@gmail.com

giovedì 13 ottobre 2016

Passeggiata in natura al Redentore - Formia (LT) 16 ottobre 2016

DOMENICA 16 OTTOBRE 2016 a cura della Cooperativa Sociale "La Vela"



Incontro e partenza in auto: Caserta – semaforo sulla nazionale al bivio entrata casello autostradale Caserta nord (avanti Giannetti ed ex albergo, bar Royal) ore 8 e 30 puntuali – spostamento con auto proprie

Possibilità di aggregamento all’uscita del casello autostradale di Capua ore 9 e presso rotonda di ingresso ad Itaca-Panorama (Formia) ore 10

Partenza escursione: rifugio Pornito sui monti Aurunci, strada da Maranola 816 mt
Arrivo: Il Redentore 1216 mt e chiesa rupestre di San Michele 1080 mt
Lunghezza percorso: 12 km circa (andata e ritorno)
Dislivello in salita: 400 mt
Tempi di cammino: 3,30 ore (escluse soste)
Difficolta’: escursione di media difficoltà, portare una giacca a vento ed un maglioncino, il ritorno verrà effettuato lungo la sterrata che aggira monte Altino così da variare il percorso rispetto all’andata

È uno dei più affascinanti e frequentati sentieri dei Monti Aurunci sia per gli aspetti storici e religiosi che per quelli paesaggistici ed ambientali. La "Strada della statua" è nata per trasportare la grande immagine del Redentore che dal 1900 sovrasta dall'alto della cima del monte la città di Formia e il mare.
Partendo dal rifugio di Pornito si sale lungo il versante meridionale di Monte Altino attraversando le brulle pietraie che si affacciano sul Golfo di Gaeta.
La bassa vegetazione, costituita essenzialmente da bassi cespugli di salvia ed elicriso, offre un mirabile esempio di come la natura riesca a colonizzare anche gli ambienti più impervi ed inospitali.
Dal punto di vista geologico è interessante la parete a strapiombo della Roccia Laolatra che sovrasta gran parte del percorso. La parete quasi verticale, composta da un calcare compatto, offre rifugio a numerosi esemplari di falchi quali il gheppio (Falcus tinniculus) e il falco pellegrino (Falcus peregrinus). Delicate fioriture di Campanula tanfanii (piccoli fiori isolati su rami allungati, raro endemismo dell'Itaia centrale), Scabiosa crenata, Linum alpinum, ingentiliscono la parete in primavera.
Una sorgente in quota (1158m), nei pressi del Santuario di San Michele Arcangelo, disseta i pellegrini che l'ultima domenica di giugno salgono in processione da Maranola.
Il Santuario chiude una grotta naturale dove viene conservata la statua dell'Arcangelo Michele.
Continuando il percorso lungo il sentiero che sale alla cima del Redentore sormontata dall'omonima statua, si potrà ammirare il panorama sul golfo di Gaeta. (fonte da http://www.parchilazio.it/home~nomepagina-itinerari+id-70+id_parco-10.htm)
il ritorno verrà effettuato lungo la sterrata che aggira monte Altino così da variare il percorso rispetto all’andata.

Contributo per la passeggiata 5 euro a partecipante, gratuita per i bambini!

Sono raccomandati un paio di calzature adatte all’ambiente montano, tutto il percorso si svolge su sentiero, pranzo al sacco, acqua, giubbino, maglioncino, IMPORTANTE essere in buone condizioni fisiche ed avere un buon allenamento! Tante foto ricordo per tutti.

Ogni responsabilità è individuale e non del direttore di gita, regolamento completo su www.cooperativalavela.com

COORDINATORI DELL’ESCURSIONE:
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408 – alessandrosantulli@gmail.com
FRANCESCO AUTIERO TEL. 3331850946

Al seguente link le foto dell’ultima escursione al Redentore dello scorso anno:

https://www.facebook.com/pg/trekkingcaserta/photos/?tab=album&album_id=1109103202434991

mercoledì 28 settembre 2016

Festa della Vendemmia - agriturismo Sangiovanni in Caiazzo (CE) sabato 8 ottobre 2016

SABATO 8 OTTOBRE 2016




partenza: piazza della Seta – San Leucio di Caserta ore 9 e 30 puntuali – spostamento con auto proprie

arrivo o secondo incontro: ore 10 presso la fattoria didattica e agrituristica Sangiovanni in via Cicini II - San Giovanni e Paolo frazione di Caiazzo (CE)

Itinerario idoneo a tutte le fasce d’èta, famiglie comprese

ore 10 colazione contadina ed alle ore 10 e 30 inizio passeggiata in natura adatta a tutti di 5 km, 2 ore di cammino, difficoltà facile attraverso sentieri e sterrate; lungo il cammino osserveremo le culture autoctone, la verdeggiante natura circostante, antiche masserie fino a raggiungere un bellissimo punto panoramico su Caiazzo e zone circostanti! Raccoglieremo anche erbe spontanee e frutti stagionali … portate un cestino! Visita anche all’antico borgo di Sangiovanni e Paolo con i suoi caratteristici vicoli e scorci.

ore 13 e 30 pranzo presso l’agriturismo Sangiovanni al prezzo di 20 euro (10 euro per i bambini) a base di prodotti locali

info sull’agriturismo

http://agriturismosangiovanni.blogspot.it/

ore 15 e 30 simulazione della vendemmia in vigneto locale, raccolta e trasporto uva in cassette (per chi viene direttamente per l'attività pomeridiana senza il pranzo il costo è di 5 euro a coppia bambino-adulto, si aggiunge di altri 5 euro per ogni bambino in più)

ore 17 pigiatura dell’uva con i piedi come ai tempi antichi al suono dell’organetto ed assaggio del mosto (e per chi vuole qualche grappolo d’uva da portare a casa) – inoltre come sempre tante foto-ricordo per tutti 

COORDINATORE DELL’ESCURSIONE: 
ALESSANDRO SANTULLI TEL. 3925322408
ANTONIO SANGIOVANNI TEL. 3393275628

E’ Consigliabile chiamare o mandare un sms entro venerdì pomeriggio per aderire all’escursione

Al seguente link le foto della vendemmia dello scorso anno:
https://www.facebook.com/trekkingcaserta/photos/?tab=album&album_id=1083555364989775

Sono raccomandati un paio di calzature adatti alla camminata, tutto il percorso si svolge su comodo sentiero, le responsabilità sono individuali e non dei direttori di gita

Indicazioni stradali per Agriturismo Sangiovanni Caiazzo: dal centro di Caiazzo (CE)(rotonda piazza principale) proseguire sulla strada per Ruviano, dopo 1 km prendere a destra il bivio con indicazione bianca Sangiovanni e Paolo, proseguire sulla strada per 2 km circa quindi tenersi sulla strada di sinistra in ripida salita seguendo ora il cartello agriturismo Sangiovanni, altri 500 metri dopo un dosso quando la strada inizia a scendere svoltare a destra, dopo qualche piccola buca sulla strada ancora a destra (cancello aperto), siete arrivati!!! :D